L'esperto consiglia

 

Quale materasso fa al caso tuo?

Ognuno di noi ha esigenze diverse relativamente al riposo ed al momento del sonno. Quando andiamo a scegliere un materasso dobbiamo tenere in considerazione fattori differenti che rispettino le nostre abitudini, i nostri disturbi e le nostre aspettative.
Ti occorre singolo o matrimoniale? A portanza rigida o media? Anallergico o climatizzato? In lattice, in viscoelastico o a molle incapsulate? Tutto dipende dalle nostre esigenze, per questo Dolcekasa ha scritto per te questa piccola guida al benessere del sonno.

Qual è la misura giusta?

Molteplici sono le misura di materasso in base ad ogni tipologia di altezza e portanza. Comincia con il misurare la tua rete: è molto importante, infatti, che il materasso vi si adatti perfettamente senza debordarne. L’altezza è altrettanto importante: i materassi migliori sono quelli sono quelli che hanno un’altezza contenuta tra i 20 ed i 30 cm. Tieni presente che tuoi vecchi copri materassi potrebbero non adattarsi perfettamente ad altezze del genere, per questo vieni a scoprire la nostra sezione Accessori all’interno della quale potrai trovare Coprirete e Coprimaterassi perfettamente in linea con rete e materasso in tessuti anallergici e traspiranti.
Se il materasso è in lattice dovrà possedere un'anima interna compresa tra i 14 ed i 18 cm.
Se il materasso è in Memory Foam dovrà possedere un’anima interna compresa fra 15 e 18 cm.
Se il materasso è in Elasgum dovrà possedere, invece, un’anima interna fra i 18 ed i 20 cm.

Perché singolo o matrimoniale?

La scelta del materasso singolo o matrimoniale oltre alla rete in proprio possesso è legata al peso del partner. Se i pesi di coloro i quali abitano il letto sono inconciliabili una soluzione è quella di acquistare due materassi singoli con portanza differente (Es. Media e Sostenuta), e della stessa altezza. La scelta di acquistare due materassi differenti può tornare utile anche nelle normali operazioni di manutenzione del letto; ciò ovviamente non esula dal fatto che il materasso matrimoniale unico, grazie alla sua uniformità, offre un maggiore comfort centrato.

E’ meglio morbido, medio o rigido?

Il diverso sostegno del materasso dipende dagli attributi di “portanza”, ma cos’è? Essa descrive il grado di cedevolezza del materasso al peso corporeo di colui che lo utilizza. Dunque a coloro i quali posseggono una corporatura robusta sono consigliati materassi a portanza sostenuta: i materassi Bedding in Elasgum rispondono perfettamente a queste esigenze.

Quale rivestimento scegliere?

Ad oggi le possibilità di rivestimento dei materassi sono molteplici: il prezzo è, solitamente, in proporzione diretta alla qualità dei materiali con cui i materassi vengono rivestiti. Può capitare, infatti, che a prezzi molto bassi corrispondano rivestimenti in poliestere tossici e particolarmente caldi.
I materassi presenti su Dolcekasa si posso suddividere in:

  • fibra naturale: Kashmira (in Cashmere tipologia di lana molto pregiata), Elasgum (speciale tessuto completamente naturale e ricavato da olii essenziali), lattice (naturale al 100%);
  • fibra artificiale: Memory® (schiuma viscoelastica), Medibed (tessuto Hydro Air altamente anallergico), Sensity (ricavato da fibre naturali, anallergico ed anti-acaro), Ai-Trilogy (tessuto idrofilo che blocca la stagnazione del vapore acquo).

Per chi soffre di allergie?

Per i soggetti particolarmente allergici le soluzioni ideali sono due: Elasgum e lattice. Il primo è un materiale completamente ricavato da estratti naturali, traspirante che evita l’annidarsi di microrganismi (batteri, muffe e funghi). La sue particolari caratteristiche di traspirabilità ne aumentano la freschezza e l’areazione. Il lattice è anch’esso un materiale ricavato da un albero tropicale (Hevea Brasiliensis), completamente naturale e caratterizzato da virtù anallergiche e anti-acaro. La freschezza è garantita da miliardi di microscopiche celle a poro aperto, i cui canali verticali e orizzontali consentono un'ottima regolazione del calore, assorbendo e poi smaltendo l'umidità.

Per i soggetti robusti?

Se preferisci dormire su una superficie un po' più rigida, o se hai una corporatura robusta, scegli un materasso a molle, tradizionali o indipendenti dotati di una maggiore resistenza al peso. Per gli utilizzatori robusti o obesi è consigliata un altezza del materasso tra 26 e 30 cm a portanza sostenuta. Il lattice, l’Elasgum ed il Memory Foam sono, infatti, sconsigliati per i pesi forti.

Per chi soffre di dolore lombare cronico, sciatalgia, cervicale e discopatie?

I materasso in Memory Foam posseggono la particolare caratteristica di modellarsi al corpo, grazie ad una speciale struttura che consente di assorbire calore e assecondare la pressione. E’ particolarmente indicato per coloro i quali soffrono di sciatalgie, lombalgie, dolori schienali, cervicali ed ernie. Il Memory Foam è, infatti, in grado di supportare dolcemente la pressione corporea accompagnando i movimenti senza forzare la posizione. La sua azione automassaggiante consente, inoltre, un effetto antinfiammatorio mirato. Anche il lattice è particolarmente indicato per i soggetti che soffrono di disturbi posturali, infiammazioni degli arti e della cervicale e dolore lombare cronico e discopatie. Per questo tipo di patologie gli specialisti sconsigliano i materassi troppo rigidi a favore di quelli più morbidi a portanza differenziata capaci di adattarsi meglio alle curvature della spina dorsale.

Per chi soffre di sbalzi di temperatura durante la notte?

I materassi più adatti a coloro i quali soffrono particolarmente il caldo e il freddo durante la notte sono quelli in Memory Foam ed in Elasgum. I primi posseggono, infatti, una particolare struttura con numerosi e ampie cellule aperte che favoriscono il passaggio dell’aria aumentandone la traspirabilità e rendendoli altamente termo-regolarizzanti. I materassi in lattice grazie alla loro particolare struttura ad alveoli, invece, garantiscono una perfetta areazione, aiutando il corpo a mantenere una temperatura ottimale, indipendentemente dal peso e dal clima.

Per chi si muove nel sonno

I materassi in lattice sono particolarmente indicati per coloro i quali hanno un sonno agitato. Grazie alla sua caratteristiche di resilienza, ovvero la capacità di riprendere la forma subito dopo una pressione, il lattice agevola i movimenti nel sonno accompagnandoli dolcemente per poi riprendere la rigidità iniziale: grazie a questo meccanismo i muscoli rimangono rilassati evitando la generazione di fastidiose scariche elettriche che, solitamente, li percorrono. Chi, invece, ha un sonno tranquillo può beneficiare dell’effetto automassaggiante del Memory Foam che è a bassissima resilienza e mantiene, dunque, l’impronta della pressione per qualche secondo.